Il paese di Villasimius (Ca - Sardegna)

Villasimius sorge nella punta pi¨ meridionale della cosra orientale della Sardegna, e sulla sponda ovest del rio Foxi che sfociasi nelle acque del Golfo di Carbonara. Nasce nel 1812 nei pressi dell'antico abitato di Carbonara di cui prese il nome poi trasformato in quello attuale. La sua principale attrattiva e fonte di reddito sono i suoi splendidi litorali costituiti di argentei arenili baganti da un mare cristallino che con le sue trasparenze hanoo reso di fama internazionale il nome di Villasimius. Non a caso quindi sul versante meridionale del promontorio di Capo Carbonara sorge il  porticciolo turistico. Le bellezze di questo territorio sono, inoltre valorizzate dal parco marino sorto nel 1998 denominato "'Area Marina Protetta di Capo Carbonara" caratterizzata da una singolare combinazione di ecosistemi incontaminati: da un lato quello marino e dall'altro quello lacustre dello stagno di Notteri. E  difatti, il faro dell'Isola dei Cavoli, costruito nella seconda metÓ dell'Ottocento oggi ospita un centro Ricerche dell'UniversitÓ di Cagliari.  Villasimius per˛, non Ŕ solo natura ma Ŕ anche cultura. Non si dimentichi infatti la Fortezza Vecchia, edificata intorno al XIV secolo d.C. nei pressi di Capo Carbonara oggi adibito a Museo Archeologico. La Torre di Porto Giunco, invece, risale al XVI secolo. Infine, non si dimentichi la torre di San Luigi edificata sull'isoletta di Serpentara. Testimonianza delle innumerevoli ricchezze di questo territorio Ŕ, invece, la Cava Usai, nata nella seconda metÓ dell'Ottocento e attiva fino agli anni Cinquanta del XX secolo per l'estrazione del granito. Da ultimo, si segnala la singolare sagra della della Madonna del Naufrago che si svolge di solito la terza domenica di luglio con una processione in barca sino all'Isola dei Cavoli. La particolaritÓ sta nel fatto che la statua che i fedeli vanno a adorare in suffragio dei marinai, vittime con le loro imbarcazioni del mare intorno all'isola, Ŕ sommersa a 10m di profonditÓ.Tante altre informazioni sono ancora reperibili sul sito ufficiale del comune: www.comune.villasimius.ca.it